REGOLAMENTO

 

Art.1 NATURA E CARATTERISTICHE.

Il Vespa Club Fossano in conformità all’art. 2 dell’atto costitutivo e Statuto non fornisce alcun servizio neppure in favore dei propri associati quale, ad esempio, pratiche assicurative, lavori di restauro e riparazione, ecc.

Il Vespa Club Fossano è disponibile a rilasciare informazioni tecniche.

 

Art. 2 RINNOVO DEL TESSERAMENTO.

Il rinnovo del tesseramento al Vespa Club è possibile nel periodo compreso tra il primo febbraio e il primo maggio di ciascun anno mediante il versamento della quota annuale.

 

Art. 3 ISCRIZIONE AL VESPA CLUB.

Chiunque condivida gli scopi dell’associazione, e qualora minorenne previa presentazione dell’autorizzazione di un genitore ovvero dell’esercente la patria potestà, può richiedere di associarsi al Vespa Club.

La domanda di iscrizione al Vespa Club deve essere presentata nel periodo compreso tra il primo febbraio e il primo maggio di ciascun anno.

Chiunque intenda iscriversi è tenuto a compilare dettagliatamente il modulo di iscrizione ed a versare la quota associativa.

È discrezione del Consiglio direttivo del Vespa Club Fossano l’accettazione delle iscrizioni dei nuovi associati.

Nel caso in cui lo ritenga opportuno, pertanto, potrà respingere la domanda di iscrizione entro trenta giorni dal deposito della stessa mediante comunicazione scritta e restituzione della quota versata.

Sono esclusi in ogni caso dall’ammissione al Vespa Club Fossano gli associati appartenenti al Consiglio Direttivo di altri Vespa Club nazionali.

 

Art. 4 TESSERA DI ISCRIZIONE.

Ciascuna tessera del Vespa Club ha una numerazione del tutto casuale.

La tessera di iscrizione è strettamente personale e non può essere ceduta a terzi.

La stessa ha validità di un anno solare e, in caso di smarrimento, l’associato avrà diritto ad ottenere una nuova tessera subordinatamente al pagamento di euro 15,00.

Il club, infatti, non rilascia alcuna certificazione temporanea di avvenuta iscrizione, né dichiarazioni sostitutive della tessera stessa.

 

Art. 5 MANIFESTAZIONI.

Ciascun tesserato che possieda una Vespa di Marca Piaggio idonea alla circolazione ed in regola con le normative vigenti può partecipare alle manifestazioni.

Tutti i mezzi che, ad insindacabile giudizio del Consiglio Direttivo del Vespa Club Fossano, siano ritenuti meccanicamente inaffidabili e/o pericolosi verranno esclusi dalla manifestazione.

Durante le manifestazioni è necessario osservare un comportamento corretto nonché attenersi scrupolosamente a quanto previsto dal Codice della Strada ed alle disposizioni degli organizzatori delle manifestazioni.

Ciascun associato che, nel contesto di manifestazioni organizzate anche da altri Vespa Club vinca uno dei premi a disposizione, si impegna a consegnarlo al Vespa Club Fossano.

 

Art. 6 COMPORTAMENTI SANZIONABILI.

In considerazione delle finalità dell’associazione definite dall’art. 3 dello Statuto, costituiscono inosservanza dello spirito associativo ai sensi e per gli effetti dell’art. 6 dello stesso Statuto i seguenti comportamenti:

  1. Qualunque condotta contraria ai principi di lealtà e correttezza nei rapporti tra associati, tra gli associati e il Vespa Club;

  2. Qualunque condotta lesiva del buon nome e della reputazione di alcuno degli associati o del Vespa Club Fossano;

  3. Qualunque condotta che trascenda le regole della buona educazione e della convivenza civile socialmente condivise.

 

Art. 7 PROCEDURA SANZIONATORIA.

I provvedimenti disciplinari devono essere proporzionati alla gravità dei fatti contestati, alla effettiva responsabilità degli autori e alle conseguenze dannose che ne sono derivate.

Il procedimento disciplinare deve essere azionato entro trenta giorni dal momento in cui il fatto per cui si procede è giunto a conoscenza del Consiglio Direttivo.

Il Consiglio Direttivo comunica con lettera raccomandata r.r. la contestazione della condotta sanzionabile, invitando il soggetto sanzionato a presentare entro il termine di giorni dieci dal ricevimento della stessa, eventuali controdeduzioni scritte oppure la richiesta di audizione.

Entro dieci giorni dal ricevimento delle stesse il Consiglio Direttivo dovrà esaminare le controdeduzioni, ovvero disporre l’audizione dell’associato che ne abbia fatto richiesta.

La fase istruttoria dovrà comunque essere conclusa nei trenta giorni successivi e, qualora l’associato lo richieda, si ascolteranno altresì eventuali testimoni ovvero si analizzeranno i documenti forniti dallo stesso.

Entro dieci giorni dalla conclusione della fase istruttoria il Consiglio Direttivo deciderà in merito al provvedimento da assumere.

Il provvedimento assunto verrà comunicato dal Presidente all’interessato mediante raccomandata r.r.

 

Qualora non siano presentate controdeduzioni né richiesta di audizione il Consiglio assumerà immediatamente i provvedimenti disciplinari ritenuti opportuni e adeguati alla violazione commessa.

 

Art. 8 ESONERO DELLE RESPONSABILITÀ.

Il Vespa Club Fossano declina ogni responsabilità per danni a persone e/o cose derivanti dalla partecipazione degli associati alle attività ed alle manifestazioni. Ciascun partecipante con la sottoscrizione del modulo di iscrizione dichiara inoltre espressamente di ritenere sollevati il Vespa Club Fossano nonché tutti gli Enti e le Associazioni che collaborano o patrocinano la manifestazione, da ogni responsabilità per danni occorsi a cose o persone.

 

Art. 9 CONSIGLIO DIRETTIVO.

I membri del Consiglio Direttivo del Vespa Club Fossano non sono autorizzati a tesserarsi presso altri Vespa Club pena l’esclusione dal Consiglio stesso.

 

Art. 10 ELEZIONI.

L’assemblea elegge liberamente ogni tre anni il Presidente ed i componenti del Consiglio Direttivo.

 

Art. 11 CANDIDATURA E MODALITÀ DI VOTAZIONE.

Chiunque, purchè iscritto da un anno solare al Vespa Club, potrà presentare la propria candidatura in qualità di membro del Consiglio Direttivo almeno quindici giorni prima dalla data di convocazione dell’assemblea.

Al fine di avanzare la propria candidatura l’associato dovrà richiedere al Vespa Club l’apposito modulo nel quale dovrà indicare il nominativo di almeno altri 4 candidati per il Consiglio Direttivo.

Tale modulo dovrà essere sottoscritto da ciascuno dei candidati pena l’esclusione dell’intera lista.

 

Art. 12 SCHEDA DI VOTAZIONE.

La scheda di votazione si compone del nome degli aspiranti candidati suddivisi in liste.

Ciascun associato esprimerà una sola preferenza.

Ciascun associato può rappresentare un solo altro associato e, mediante l’esibizione di delega sottoscritta dal rappresentato, avrà diritto ad ottenere due schede di votazione.

Nel caso in cui dallo spoglio delle schede non risulti la preferenza di 5 Consiglieri, saranno nominati, a scalare, secondo l’ordine di presentazione all’interno della lista.

 
 
 
 
 
1